Visitare le Filippine: i consigli pratici (indispensabili) di una local


Viaggi / mercoledì, settembre 25th, 2019

Articolo scritto dalla contributor Katherine Melendrez

Avete già letto la prima parte di questo articolo: Visitare le Filippine: guida a Manila ed El Nido? Se non l’avete ancora fatto, correte a farlo!

Visitare le Filippine - cibo
© Katherine Melendrez

Con quale compagnia aerea andare in Filippine e perché fare scalo a Dubai?

Nel corso dei miei 20’anni ho provato diverse compagnie aeree per volare nelle Filippine e posso dire con certezza che la mia preferita è Emirates.

Infatti, se fate uno scalo lungo, potrete uscire dall’aeroporto, noleggiare un taxi, fare un giro in città, e dire di essere stati a Dubai. (Vale lo stesso discorso se decidete di volare con Qatar Airways e fare scalo a Doha).

Diversamente da quel che si crede, uscire dall’aeroporto di Dubai è molto semplice. In aeroporto è possibile lasciare i bagagli a mano in appositi armadietti che costano all’incirca 10$ ogni due ore. Inoltre, sia in entrata che in uscita ci sono i tornelli elettronici che si aprono appoggiando il passaporto. Infine, immediatamente fuori dall’aeroporto c’è una fila di taxi con cui è possibile raggiungere il centro in appena 20min … et voilà! Potrete dire di essere stati a Dubai! (nel viaggio in taxi potete leggere un bel libro di viaggio, giusto per rimanere in tema)

Inoltre, in aeroporto a Dubai ci sono diversi negozi che vendono oro e gioielli a prezzi contenuti. Certo, la lavorazione non è paragonabile a quella degli orafi di Ponte Vecchio a Firenze, ma è pur sempre oro e potete comprare gioielli a 18-24k allo stesso prezzo della pseudo-bigiotteria a 9k che va tanto di moda ultimamente. Un consiglio: portatevi dei dollari in contanti!

Cosa mettere in valigia per una vacanza nella Filippine?

  • Adattatore: in Filippine le prese sono diverse.
  • Jungle Level 4: In Filippine si muore ancora di dengue e, da quel che ho potuto sperimentare, l’unico repellente che funziona è il Jungle (assicuratevi che sia la protezione Level 4). Lo potete trovare anche all’Esselunga. Costa il doppio rispetto agli altri in commercio, ma fidatevi, a meno che non vi buttiate in mezzo alla giungla, con questo potete stare tranquilli!

    Visitare le Filippine - Bongabong hills (Mindoro)
    © Katherine Melendrez
  • Salviettine Chilly Gel / salviettine umidificate / sapone Marsiglia: le Filippine sono pur sempre un paese in via di sviluppo e non sempre i bagni sono quello che potreste aspettarvi, soprattutto a El Nido et similia. Fidatevi: sarete contenti di averle quando necessarie. Il sapone Marsiglia invece è sempre un jolly che fa comodo avere in valigia, specie se il vostro è un viaggio itinerante.
  • Abiti di poco valore: direi che questo punto non ha bisogno di spiegazioni.

Come spostarsi in Filippine? Assumete un driver!

Come anticipato, Manila è una città caotica e quando rimarrete imbottigliati ore e ore nel traffico sotto quaranta gradi e 90% di umidità – perché fidatevi, succederà!-  vorrete trovarvi in un’auto privata, con spazio per le gambe e aria condizionata. A seconda di quanto sarete bravi a contrattare, i prezzi varieranno fra i 4.000-5.000 pesos (c.a. 80€) al giorno per VAN con driver incluso.

Noi abbiamo preso contatti anche per farci prendere all’aeroporto di Puerto Princesa e arrivare ad El Nido: avere un driver in questi casi è utile anche per avere la libertà di fermarsi dove si vuole, farsi portare in luoghi fuori dai classici itinerari (e.g. Fort Isabell, un fortino spagnolo risalente al 1600, situato al centro dell’isola di Palawan.)

Infine, avere un driver permette di ottimizzare il tempo a disposizione: noi in due settimane siamo stati a Manila e dintorni, abbiamo girato le isole di Palawan, Mindoro e abbiamo fatto una toccata e fuga a Bataan. Come ci siamo riusciti? Viaggiando di notte!

Visitare le Filippine - barca El nido
© Katherine Melendrez

Non volete assumere un driver? L’alternativa sono Jeepney e Tricycle: lo so, morite dalla voglia di salire su uno di questi! Ebbene, se siete in città, lasciate perdere. Morirete asfissiati dai tubi di scarico delle altre auto nella carreggiata. Se invece siete in provincia … non potete non salirci almeno una volta!

Perché andare in uno shopping mall filippino?

Non tutti sanno che nelle Filippine ci sono alcuni dei mall più grandi di tutta l’Asia (avete presente quando in Crazy Rich Asians si parla delle famiglie cinesi che hanno creato imperi nei paesi confinanti? Ecco, i mall in Filippine ne sono un esempio). Ad ogni modo, qui di seguito i motivi del perché dovreste farci un giro:

  • Procuratevi una SIM: nelle Filippine il Wi-Fi non è scontato, ergo vi consiglio di procurarvene una. (Le compagnie principali sono: Globe e Smart.
  • Fate scorta di prodotti skincare coreani: troverete i prodotti di Erborean, Tony Moly, Skinfood, Laneige e molti altri a un quarto del prezzo!
  • Scoprite il Katinko: fate sport o semplicemente cominciate a sentire gli acciacchi della vecchiaia? Comprate un katinkoNon saprei come definirlo, ma è sostanzialmente la versione “pro” del Voltaren. Fra i miei compagni di viaggi c’era un farmacista che è impazzito per questa roba e ne ha comprati quattro scatole da regalare ai parenti!
  • Comprate una bottiglia di Rum Don Papa: non tutti sanno che le Filippine sono uno dei principali produttori di canna da zucchero al mondo e il Don Papa è uno dei fiori all’occhiello del paese. Io stessa ho scoperto l’esistenza del Don Papa grazie a un amico che, tornato da uno scambio ai Caraibi, mi ha chiesto di portargli una bottiglia … insomma, se me la fama di questa bottiglia è arrivata pure lì, un motivo ci sarà no?
Visitare le Filippine - rum Don Papa e maschere coreane
© Katherine Melendrez

Infine, un altro paio di consigli jolly per vivere le Filippine like a local:

  • Po! Quando comunicate per chiedere informazioni, aggiungete la sillaba “po” alla fine delle frasi (e.g. good-morning po, thank-you po, …). E’ una forma di cortesia che in genere va riservata agli estranei o familiari ma, se la usate, entrerete subito in simpatia ai vostri interlocutori!
  • Divisoria: Situato nel cuore della Chinatown di Manila, il “Divisoria market” è un marasma di bancarelle, caotico, ma per certi versi divertente, in cui trovare manufatti fake dal “super fake” al “ma dai, non può essere fake! L’ho presa uguale in Rinascente!”. Un avvertimento: è impossibile raggiungerlo con un driver, non andateci da soli, se proprio dovete, fatevi accompagnare da qualcuno!
  • Esplorate! Siamo un popolo amichevole con una buona infarinatura di inglese. Non abbiate paura di chiedere, esplorare e scoprire il paese! 

Articolo scritto dalla contributor Katherine Melendrez (che potete contattare in caso voleste maggiori informazioni sulle Filippine)