Cenare al Ristorante Pinocchio di Borgomanero


Viaggi / lunedì, novembre 4th, 2019

Articolo scritto dalla contributor Katherine Melendrez

A pochi chilometri da Orta San Giulio, una delle location  preferite per i matrimoni dai Milanesi purosangue, si trova Borgomanero, situato nel cuore delle Colline Novaresi (rinomate per la coltivazione di diversi vitigni fra cui il Nebbiolo, il Barbera o la Bonarda Novarese) e sede di numerose eccellenze del made in Italy e dell’oggetto dell’articolo di oggi: il Ristorante Pinocchio.

Perché andare al Ristorante Pinocchio di Borgomanero?

Il vero motivo del perché abbiamo guidato per oltre un’ora da Milano è il ristorante Pinocchio (per info e prenotazioni: bertinotti@ristorantepinocchio.it).

Ristorante Pinocchio Borgomanero (1)
© Katherine Melendrez

Il ristorante Pinocchio, fondato nel 1976 dallo chef Piero Bertinotti, oggi rappresenta un’istituzione, perché se è vero che orde di turisti si mettono in lista per banchettare nella prestigiosa Villa Crespi di Antonino Cannavacciuolo, i locals vanno al Pinocchio che, coniugando i sapori della tradizione piemontese alla raffinatezza dell’impiattamento classico francese, da anni compare stabilmente sulla prestigiosa Guida Michelin. Dulcis in fundo, in loco è presente anche una cantina con etichette provenienti da tutto il mondo!

Il ristorante è un tipico esempio di quel tipo di attività a conduzione famigliare che caratterizza il tessuto imprenditoriale del nostro paese: in cucina regna sovrano il Nonno, lo chef fondatore Piero, mentre in sala l’accoglienza viene eseguita dallo staff guidato dalla figlia Paola, un’eccellente sommelier che fa sentire a proprio agio tutti gli ospiti. Infine, sempre in sala, dà una mano il nipote, studente di cucina che, sembrerebbe, ogni tanto battibecchi con il nonno per tentare di convincerlo ad adottare nuove tecniche di preparazione molto in voga ai giorni nostri!

Il Ristorante Pinocchio a Borgomanero: una location da fiaba

Il Pinocchio, in cui il tempo sembra essersi fermato, si trova in una location mozzafiato, circondata da un verde lussureggiante e dallo sfondo dei monti innevati.

Ristorante Pinocchio Borgomanero (3)
© Katherine Melendrez

La sala principale del ristorante Pinocchio dà su un giardino fiorito, impreziosito da un gazebo in legno in cui è possibile pranzare nei mesi estivi. L’eleganza e la cura per il dettaglio regnano sovrani in un ambiente raffinato: si viene accolti da una immensa scalinata in legno lavorato, i tavoli sono coperti da tovaglie bianche (ormai una rarità per noi di Milano) e apparecchiate con un servizio di porcellane finemente decorate e numerosi elementi che ricordano il burattino Pinocchio.

Ma perché chiamarsi Pinocchio? Per chi non lo sapesse, il burattino di legno reso celebre dalle favole di Collodi, nasce nelle valli del Verbano-Cusio-Ossola in cui mastri artigiani della lavorazione del legno creavano quello che un tempo era un tipico souvenir dall’Italia.

Prezzi e menù del Pinocchio a Borgomanero

Abbiamo provato Il Menù di Piero con i piatti ideati dallo chef in persona:

  • Amuse bouche: club sandwich, patè di foie gras con cipolle caramellate, bignè salato con spuma al basilico e pomodorino confit, chips di patate ossolane
  • Petto di gallina in tre forme con funghi porcini e salsa all’aglio
  • Uovo in piedi con mandorle in bagna caoda delicata
  • Agnolotti ai tre arrosti bianchi
  • Agnello con insalata al lampone e cipollina caramellata
  • Zabaione con gelato meringato

Il tutto accompagnato da un ottimo vino consigliatoci dalla Sommelier.

Prezzo medio a testa: c.a. 80€

Ristorante Pinocchio Borgomanero (6)
© Katherine Melendrez

Ristorante Pinocchio
Via Matteotti, 147 – 28021 Borgomanero (No)

Siete fan del Piemonte e della cucina piemontese? Non perdetevi l’articolo Weekend a Verbania sul Lago Maggiore: cosa vedere e dove mangiare!

Articolo scritto dalla contributor Katherine Melendrez

Per la foto di copertina: © Katherine Melendrez