A cena da Gallura, ristorante sardo a Milano 


Cena, Pranzo / domenica, novembre 10th, 2019

Volevo provare il ristorante Gallura in De Angeli da secoli – ho lavorato in zona per qualche tempo. L’occasione si è presentata per una cena con un’amica, che voleva mangiare pesce. Gallura, ristorante sardo specializzato in pesce, ci è sembrato l’opzione migliore.

Qui vi racconto come ci siamo trovate, cosa abbiamo mangiato e quanto abbiamo speso per una cena qui.

Ristorante Gallura a Milano: la location in De Angeli

Il ristorante sardo Gallura si trova a due passi dalla metro rossa M1 De Angeli ed è ideale per una cena post shopping in Corso Vercelli. Il locale presenta delle pareti verde acqua e degli arredi semplici ma di gusto: tovaglie bianche (ormai una rarità), piatti bianchi, posate argentate, macina pepe, pane e pane carasau al tavolo… Gallur è perfetto per una cena coi genitori o tra colleghi, ma anche per una cena di coppia. 

Ristorante Gallura Milano (2)
© Serena Milici

Mangiare da Gallura a Milano: il menù

Gallura è celebre per essere un ristorante di pesce di ottima qualità. A menù trovano spazio antipasti caldi, insalate e crudi di mare. Per darvi un’idea: carpaccio di branzino 18€, ricci 4€ cadauno, ostriche irlandesi o normanne o sarde 4€ cadauna, fregola fredda con battuta di gambero rosso e riduzione di crostacei 16€, polpo alla catalana con pomodorini e cipolla di Tropea 16€, capesante gratinate 4€ cadauna, polpo con caponata di verdure 16€.

Ristorante Gallura Milano (3)
© Serena Milici

Tra i primi troviamo risotti, pasta e soprattutto la fregola sarda, regina del Gallura. Vi cito: spaghetti all’astice sgusciato 20€, tagliolini neri con burrata, scampi, gamberi e pomodoro 18€, risotto ai frutti di mare 16€, fregola di mare 18€, fregola all’astice 20€.

Tra i secondi troviamo variazioni di pesce alla griglia o in umido o in frittura come: fritto misto calamari e gamberi 25€, pescato del giorno secondo disponibilità 13€ all’etto, branzino in crosta di patate o al sale 24€, filetto di rombo alla griglia 24€. I piatti, tutto sommato, sono abbastanza semplici e in effetti la filosofia di Gallura è: “Le nostre ricette vengono create nel tentativo di trasformarla il meno possibile e di esaltare gli aspetti di gusto che già hanno”.

Tra i dolci (tra i 7 e 8€) trovano spazio tiramisù, crema catalana, seadas sarde, frutta ma anche formaggi.

Da Gallura sono disponibili menù da 60€, 70€, 85€. I tre menù comprendono antipasti crudi, antipasti caldi, un primo, un secondo e una selezione di pecorini sardi.

Quanto si paga da Gallura a Milano?

Un’overview dei prezzi ve l’ho data presentandovi il menu. Noi abbiamo speso sui 50 euro a testa ordinando un antipasto e un piatto a testa più vino: scampetti alla catalana con pomodorini e cipolla di Tropea 16€, tartare di ricciola 16€, fregola all’astice 20€, gamberoni alla Vernaccia di Oristano 26€ più coperto, vino e caffè, che portano con delle meringhe. Non abbiamo ordinato il dolce.

Ristorante Gallura Milano (1)
© Serena Milici

Il giudizio finale sul ristorante Gallura

Volevo provare Gallura da tempo e avevo alte aspettative, che sono rimaste soddisfatte. La location mi è piaciuta molto, il cibo era ottimo, soprattutto la fregola! Il servizio è stato gentile senza essere invadente. Insomma, consiglio tantissimo una cena al ristorante di pesce Gallura in De Angeli. Unica nota dolente? Il conto “non da tutti i giori”, che però mi sento di dire è stato onesto data la qualità degli ingredienti e la bontà dei piatti. 

Il Ristorante Gallura è aperto dal Martedì alla Domenica, sia per pranzo che per cena.

Consiglio finale: la metro è a due passi dal locale, ma se avete necessità di prendere un taxi girate l’angolo e troverete i taxi in attesa – risparmierete sulla chiamata!

Gallura Milano
Via Vittoria Colonna, 50

Voglia di leggere qualcos’altro? Ecco altri ristoranti di pesce a Milano, ristoranti in zona Bocconi/Porta Romana, in zona Porta Venezia e in zona Piazza 5 Giornate. E se siete fan della fregola sarda, sappiate che ne ho mangiata una buonissima anche da Sulle Nuvola in Isola.

Per la foto di copertina: © Serena Milici