Com’è il brunch da Nowhere in Zona Sant’Ambrogio a Milano


Brunch / lunedì, gennaio 3rd, 2022

Articolo scritto dalla contributor Margherita Castronuovo 

Non abitando più in città da un annetto sono diventata, mio malgrado, una milanese-del-weekend e quindi forse più di prima sono alla ricerca del locale che possa aggiudicarsi il mio personale premio di miglior brunch a Milano. Di recente sono stata in una (quasi) nuova apertura che mi ha incuriosito tantissimo sin da luglio 2020, quando è stato inaugurato. Il posticino in questione è Nowhere – Coffee & Community, caffetteria in zona Sant’Ambrogio – Università Cattolica dove il brunch è servito sia di sabato, che di domenica.

Brunch Nowhere cafè Milano (1)
© Margherita Castronuovo

Il brunch di Nowhere Milano: menù e prezzi

Mi limiterò a parlare esclusivamente del brunch, che – anticipo – mi ha lasciata entusiasta. Non ho infatti avuto ancora modo di provare la loro colazione, che però sembra altrettanto buona. Il locale infatti è aperto dal mercoledì alla domenica, dalle 8.30 (sabato e domenica 9.30) alle 18.

Il brunch di Nowhere ha un prezzo fisso: si spendono 25 €, con bevanda calda, spremuta, acqua –quest’ultima con possibilità di refill– piatto principale, antipastino, contorno e dolce (ci sono anche lievitati dolci non compresi nel prezzo ma chi si possono aggiungere)

Nel menù brunch di Nowhere in Sant’Ambrogio, che potete consultare qui, trovate: le classiche uova, sia su toast che all’interno della loro signature-brioche, La Tonda, ma soprattutto tantissime opzioni vegetariane- di cui molte vegane– torte artigianali, e anche il porridge. Aggiungo che molti piatti sono di ispirazione internazionale e quindi sono un po’ speziati.

Brunch Nowhere cafè Milano (2)
© Margherita Castronuovo

Un esempio di piatto principale è lo Smashed Avo, a base di avocado, semi vari e germogli, fiocchi di peperoncino, olio evo e sale di Maldon, su un crostone con lievito madre “Le Polveri”, a cui si possono aggiungere anche ingredienti in più, con lieve sovrapprezzo. Un esempio di antipastino caldo invece è il Curry, Forrest! ed è una zuppa a base di legumi e curry. I dolci invece cambiano periodicamente. Quando sono andata io c’erano l’oatmeal porridge, i brownie, banana bread e carrot cake, questi quattro tutti vegani e la cannellè, un dolcetto francese.

Le porzioni sono giuste, né risicate, né abbondanti. A mio avviso, il rapporto qualità-prezzo è ottimo.

Cosa abbiamo ordinato da Nowhere in Zona Sant’Ambrogio

Io e la mia amica Elisa abbiamo ordinato cose tutte diverse –tutto vegan, ma non ce ne siamo praticamente accorte- e abbiamo trovato tutto di nostro gusto. Lei ha ordinato lo Smashed Avo ed il Curry, Forrest! accompagnati da patate dolci, e il banana bread. Io invece ho preso la Violet Fields Forever, una vellutata di carote viola con salsina alla panna acida molto gradevole, il Chili Conzales, una tortilla con fagioli messicani piccanti (unico piatto che mi ha lasciato un po’ delusa perché me lo aspettavo più grande, essendo il mio principale), un crostone di pane integrale al burro di arachidi e marmellata di lamponi (invece questo molto più grande del previsto, però poco dolce e per nulla pesante, l’ho davvero apprezzato molto) ed infine il mio amato porridge, che mi ha ricordato quelli mangiati in Nordeuropa, fatto davvero bene, oltre al caffè e alla spremuta.

Brunch Nowhere cafè Milano (5)
© Elisa Maria Volontè e Margherita Castronuovo

Il giudizio finale sul brunch di Nowhere Coffee & Community

Il mio giudizio sul brunch di Nowhere a Milano è estremamente positivo, soprattutto per la qualità del cibo, ma anche per il servizio: i ragazzi che gestiscono il locale sono gentili e disponibili, mi hanno cambiato orario della prenotazione all’ultimo perché ho avuto un piccolo imprevisto e non sono riuscita ad essere lì per l’orario concordato, ed inoltre, nonostante fosse tutto pieno, sono stati davvero efficienti, tanto che una volta sedute non ci hanno fatto praticamente mai attendere. L’organizzazione è – anche tenuto conto degli spazi ristretti- davvero eccellente.

L’unico appunto che ho da fare in merito riguarda la grandezza del locale, davvero piccolo. Non è il posto ideale se si vuole avere un po’ di quiete, credo soprattutto durante il fine settimana, perché si riempie rapidamente e c’è un grande andirivieni che non permette di godere appieno della bellezza degli interni e della bontà del cibo.

Brunch Nowhere cafè Milano (3)__
© Nowhere – Coffee & Community

Nonostante questo, ci tornerei anche domani, se potessi. Il locale è giovane e fresco, la zona comoda, il porridge me lo sogno ancora. Ho trovato il mio posto preferito del 2021 per fare il brunch.

Nowhere Coffee & Community- Milano
Via Camminadella, 15 (metro più vicina: Sant’Ambrogio M2)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da NOWHERE (@nowherecafe.milano)

Cosa ne pensate di questo locale? Ci siete mai stati? Fatecelo sapere qui sotto, oppure su Facebook o su Instagram o @marghecastronuovo!

Articolo scritto dalla contributor Margherita Castronuovo 

Voglia di leggere qualcos’altro? Ecco i perfetti regali per lui, l’elenco dei bar rosa a Milano e la recensione della pasticceria vegana Leccornie e del ristorante Al Garghet.

Per la foto di copertina: © Nowhere – Coffee & Community