Come si mangia da Rosticceria Giacomo, in via Sottocorno


Cena, Pranzo / sabato, novembre 7th, 2020

Articolo scritto dalla contributor Margherita Castronuovo 

Posso dire di essere una super fan di Giacomo, locale storico di Milano e conosciuto soprattutto per la meravigliosa pasticceria di via Sottocorno e le sue “filiali” in giro per la città (in primis al bar del Palazzo Reale Milano.

Nonostante abbia provato tutte le sue brioche e le torte (bomba di Giacomo nel mio cuore da sempre) non ero ancora stata in rosticceria, anch’essa in zona Porta Venezia/Risorgimento.

Dovete sapere che Giacomo sta a Via Sottocorno come Dolce&Gabbana sta a Via Montenapoleone: tutta la strada è costellata di locali su cui spunta la faccia baffuta (il logo) di Giacomo. All’inizio c’è il bartabaccheria, poco dopo la pasticceria, mentre dall’altro lato si trovano il ristorante (più lussuoso e da un budget più alto) e, finalmente, l’accogliente rosticceria aperta sia la mattina che la sera, sin dalla tarda mattinata (apre alle 11).

Rosticceria Giacomo Milano recensione (1)
© Margherita Castronuovo e Flawless

La via è raggiungibile anche con i mezzi di superficie (tram 9 e 19), oltre che a trovarsi da 15 minuti a piedi dalla fermata della metropolitana Porta Venezia e Palestro M1.

Rosticceria Giacomo: com’è l’ambiente?

Come vi anticipavo, quando si entra nel locale l’atmosfera è quella di un locale allo stesso tempo rustico e curato, che ricorda la casa di una nonna, con i tavoli in legno, le tovaglie di stoffa e le sedie con cuscini comodissimi. In realtà, uno dei tanti motivi per venire qui è il bellissimo dehor nascosto dietro la saletta interna, aperto soprattutto nella bella stagione, dove io non sono potuta stare causa pioggia. In ogni caso, anche all’interno si sta benissimo, anzi, il posto è molto “hyggelig” (per chi non sapesse cosa intendo con questo aggettivo vi rimando all’articolo su un altro posticino a Milano: Hygge… )

Rosticceria Giacomo Milano recensione (3)
© Flawless Milano

Menù e prezzi da rosticceria Giacomo

Non avevo grandi aspettative in merito al prezzo, perché comunque i prezzi della pasticceria e del bar sono – giustamente, vista la qualità offerta- da Milano centro: avevo quindi l’idea di non spendere poco, ma mi sono dovuta ricredere. 

Per darvi un’idea di menù e prezzi di Rosticceria Giacomo: gli antipasti vanno dai 5 ai 14 euro (panelle, crocchette di patate, arancini, burrata…), mentre i primi (lasagne, parmigiana, primo del giorno…) vanno dai 9 ai 12 euro; i secondi (vitello tonnato, mondeghili, pollo allo spiedo, tartare, insalata di polpo…) arrivano massimo a 18 euro: prezzi modici, considerando gli standard della città. I dolci (che ve lo dico a fare) sono quelli della fantastica pasticceria: un sogno, per concludere un pasto in una rosticceria!

Vi do un’ultima informazione: gli stessi prezzi che vedete qui riportati li trovate anche nelle app più conosciute di delivery, perché ha anche il servizio di consegna a casa, oltre che, ovviamente, quello take-away, ciò per cui è nato il locale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GIACOMO, Milano (@giacomo_milano) in data:

Cosa abbiamo mangiato da rosticceria Giacomo per pranzo

A pranzo alla rosticceria Giacomo io e la mia amica abbiamo condiviso un antipasto tipicamente siciliano, delle meravigliose panelle, (frittelle di ceci, molto molto gustose) mentre ci siamo mantenute più “light” sui primi piatti: io ho preso una pappa al pomodoro e la mia amica una ribollita a base di legumi e verdure (entrambi piatti tipici toscani); i primi non erano abbondantissimi, ma buoni: dopo le panelle in ogni caso non saremmo riuscite a mangiare più di così, perché quelle sono molto sazianti. I piatti sono quindi quelli della tradizione italiana, spaziando da specialità del nord e del sud. Ho visto passare poi, nei tavoli vicini, dei fantastici polli con le patate, che avevano una bella faccia, nonché una parmigiana di melanzane molto appetitosa, che avrei preso se non fossi stata super piena.

Rosticceria Giacomo Milano recensione (2)
© Margherita Castronuovo

Abbiamo speso, in totale, 33,50€ con due caffè (buoni!) e una bottiglia d’acqua: totalmente in linea con la pausa pranzo milanese, ma lo stesso avremmo speso se ci fossimo fermate a cena, riconfermando, quindi, la competitività del prezzo vista anche la zona.

Un giudizio finale sulla rosticceria Giacomo

Per essere una rosticceria il cibo è di buona qualità: ovviamente si sa che i piatti che si mangeranno sono già pronti da prima e vengono solamente riscaldati o finiti di cuocere, aspetto che giustifica anche il prezzo.

Il servizio, però, è da ristorante, rapido e preciso, i dolci da pasticceria, la carta dei vini interessante.

In conclusione, ve lo stra-consiglio: non vedo l’ora di tornare a cena, magari nella bella stagione, per assaggiare quella parmigiana e bermi un bel bicchiere di vino all’aperto, concludendo con un dolcetto! 

Rosticceria Giacomo
via Sottocorno, 36 (metro M1 Porta Venezia e Palestro)

Merenda da sciura pasticceria storica a Milano Giacomo
© Serena Milici e Giacomo Pasticceria

Articolo scritto dalla contributor Margherita Castronuovo 

Voglia di leggere qualcos’altro? Ecco la recensione del brunch di Otto, l’articolo dedicato alla Gastronomia Yamamoto e… l’elenco dei migliori locali in zona Navigli.

 Per la foto di copertina: © Deliveroo