A cena da Dersett: un menu dedicato al comfort food


Cena / sabato, maggio 25th, 2019

Ormai lo sapete, Porta Romana e Navigli sono le mie zone preferite per uscire una sera a cena con un’amica. Eccoci allora a Navigli per una cena italiana da Dersett Milano. Perché si chiama Dersett? Perchè si trova al 17 (dersett in dialetto) di via Gian Galeazzo e perché ha a cuore le tradizione milanesi e quelle italiane. Il menu di Dersett prevede tanti piatti “comfort food” della tradizione rivisitati in chiave “da ristorante”. Il risultato è ben riuscito (merito anche del proprietario Riccardo Danesi che nel 2001 ha conquistato una stella Michelin in Francia e quindi di ristorazione se ne intende) secondo me e qui vi spiego perché.

Dersett Milano: il menù e la tradizione

L’idea dietro Dersett è quella di portare in tavola il comfort food: “Comfort food è dove il cibo tocca il cuore. Sono i sapori della nostalgia, che ricordano e riportano all’infanzia. Il comfort food e’ proprio come il tuo ‘luogo preferito’: ti fa star bene.

Dersett Milano Navigli (3)
© Gaia Zecchillo

Nel menu di Dersett Milano compaiono per esempio i mundeghili (tipiche polpette milanesi), il polpo alla pignata pugliese, la faraona alla leccarda, la pasta alla norma, il baccalà alla veneta… Gli antipasti costano tra i 9 ed i 15 €, i primi 13-14 €, i secondi tra i 17 ed i 18 €, i dolci 6 €. Disponibile anche un menu degustazione da 35 € che comprende due piccoli antipasti, primo, secondo e dolce. Qui il menu completo.

Come abbiamo mangiato da Dersett Milano

Sono stata a cena da Dersett Milano in zona Navigli con la mia amica Gaia. Abbiamo provato i mundeghili milanesi con friggitelli e salsa di rucola, il baccalà alla veneta con polentina e salsa di datterini, l’arrosto in casseruola con purea di patate e fritto di carciofi, il tiramisù rivisitato e la cheesecake al mango e pistacchi.

Dersett Milano Navigli (4)
© Serena Milici

Nel complesso tutti i piatti ci hanno soddisfatto per quanto riguarda prezzo, sapore e presentazione, nota di merito particolare alla carne dell’arrosto in casseruola che era morbidissima e buonissima. Un po’ piccole le porzioni, come d’altronde ci si aspetta da un ristorante elegante come questo (personalmente, apprezzerei porzioni più grandi anche nei ristoranti eleganti, ma non sono io a decidere).

Dersett Milano Navigli (1)
© Serena Milici

La location a due passi da Navigli e Ticinese

Dersett Milano si trova in via Gian Galeazzo in una posizione molto strategica: è lontano dal trambusto di Navigli, ma de facto si trova a due passi sia da Navigli che da Corso di Porta Ticinese ed è facilissimo da raggiungere coi mezzi (cito per esempio tram 3 e 9 e 15, bus 71, metro verde Porta Genova…).

Il ristorante è arredato in maniera semplice ma calda, da ristorante bene. La sensazione è quella di un posto senza un’identità ingombrante. Per alcuni può essere un bene, per me è un punto in meno sulla valutazione finale: quando entro in un posto voglio respirarlo a 360° dalla carta scelta per stampare (o scrivere a mano) il menu, alla scelta della sedia, dal colore delle pareti al peso della forchetta, dalla ceramica (o altro materiale) dei piatti alle divise (se presenti) dello staff, dalla scelta degli ingredienti dell’antipasto alla presentazione dei dolci. Da Dersett mi sono trovata bene, ma mi è mancata un’esperienza “immersiva”.

Consiglio Dersett? Sì.

 

Dersett Milano
via Gian Galeazzo, 17

Siete mai stati da Dersett Milano in Navigli? Fatemelo sapere su Facebook o su Instagram, mi trovate sempre come @milanfoodieinsider!