Weekend a Venezia: dove mangiare e cosa vedere in due giorni


Viaggi / martedì, luglio 14th, 2020

Estate 2020: le città d’arte italiane soffrono la carenza dei turisti americani ed asiatici causa Coronavirus. Un momento terribile, ma anche un’occasione irripetibile per visitare Venezia, Roma, Firenze, Napoli e tante altre meraviglie italiane senza le normali folle. Io e il mio fidanzato abbiamo deciso di passare un weekend a Venezia partendo da Milano e qui vi racconto dove abbiamo dormito, cosa abbiamo visto (chicche comprese) e soprattutto cosa e dove abbiamo mangiato.

Dove mangiare a Venezia: i ristoranti

Questo è, in fin dei conti, un food blog e quindi inizierà dal cibo. Allo spritz e ai cicchetti dedicherò il paragrafo seguente, qui vorrei concentrarmi su alcuni ristoranti a Venezia che abbiamo provato.

Dei tre pasti che abbiamo fatto, in ordine di gradimento vi cito Osteria Antica Adelaide, Taverna Da Baffo e Bacarando in Corte dell’Orso (che forse avremmo dovuto provare come bacaro più che come ristorante).

Osteria Antica Adelaide si trova in Cannaregio e ci era stato consigliato nonostante i pareri discordanti sul web – noi ci siamo trovati benissimo. Osteria Antica Adelaide ha un’anima antica col gusto per il nuovo che ben si riflette negli arredi di una volta con quadri e disegni pop di nudi e di santi, tra piatti della tradizione rivisitati in chiave moderna e presentazioni sceniche (es: petto d’oca affumicato che arriva in tavolo in una nuvola di fumo come nelle migliori puntate di Masterchef). Noi abbiamo speso 84€ in due a cena mangiando 2 antipasti, 2 secondi, 2 dolci, vino della casa, acqua e coperto, nello specifico: antipasto di baccalà mantecato con polentina al nero di seppia in crostini, antipasto di petto d’oca affumicato con polentina bianca, secondo di moscardini ripieni alla veneziana con polentina, secondo di fegatini di coniglio con marsala, cipolla rossa e polentina, dolci di crema al mascarpone con biscottini senza glutine. Noi ci siamo trovati bene.

Weekend Venezia cosa vedere cosa mangiare (5)
© Serena Milici

Taverna Da Baffo è stata una scoperta per caso. Giravamo per San Polo, una zona che non prevedevo di esplorare a ora di pranzo e per la quale non avevo nulla “segnato in mappa”. Ci siamo fermati qui colpiti dalla location silenziosa in uno spiazzo nei pressi di un canale. Il menù è abbastanza turistico, ma buono e prevede antipasti, primi, secondi e pizze. Noi abbiamo preso degli spaghetti alla busera con scampi e pomodoro, una pizza margherita ed acqua spendendo 32€. Consigliato se vi trovate in zona e volete mangiare all’aperto ma non in zone affollate.

Weekend Venezia cosa vedere cosa mangiare (3)
© Serena Milici

Bacarando in Corte dell’Orso ci è stato consigliato come bacaro, ma siamo finiti qui ad ora di pranzo ed abbiamo deciso di usarlo come ristorante. Errore. I cicchetti avevamo un’aria ottima e costavano pochi euro mentre gli antipasti (dal costo anche doppio) erano quasi più scarni e di sicuro meno soddisfacenti. Abbiamo avuto problemi col pranzo perché i camerieri si sono dimenticati di noi e abbiamo dovuto aspettare un’ora tra antipasti e primi, che infine ci sono arrivati quasi crudi. Per il disturbo ci hanno omaggiato due cicchetti nell’attesa e 2€ di sconto sullo scontrino di 52€ (2 antipasti, 2 primi, acqua). Non mangiate qui come ristorante, fermatevi solo per i deliziosi cicchetti.

Weekend a Venezia cosa mangiare e cosa vedere (6)
© Serena Milici

Spritz e cicchetti: mangiare nei bacari di Venezia

Venezia vuol dire tramezzini, Venezia vuol dire fegatini, Venezia vuol dire sarde in saor, Venezia vuol dire baccalà mantecato e polenta, Venezia vuol dire moeche, ma soprattutto Venezia vuol dire spritz e cicchetti. 

Cosa sono i cicchetti? I cicchetti sono l’aperitivo veneziano, l’equivalente lagunare della tapas spagnole, il perfetto accompagnamento per uno spritz o un’ombra di vino veneto mentre si gira da un bacaro all’altro. 

Come anticipavo prima, uno dei bacareti più consigliati è il Bacarando alla Corte dell’Orso. Noi invece ci siamo goduti spritz e cicchetti da Osteria Enoteca Do Colonne (a due passi dalla stazione e in ombra al fresco nel pomeriggio, dato da non trascurare) e da Osteria al Portego. Qui abbiamo ordinato cicchetti con baccalà mantecato (adoroooo), gamberetti e insalata russa, olive all’ascolana, salmone e guacamole. Non siamo rimasti pienamente soddisfatti, vi rimando qui sotto per un elenco dei migliori bacari e ristoranti di Venezia.

Dove mangiare: la lista dei ristoranti, bar e bacari consigliati

Ecco l’elenco dei ristoranti veneziani che mi sono stati consigliati, alcuni provati e alcuni no. 

  • Osteria dal Riccio Peoco (Strada Nova, Campo S.S. Apostoli, 4462)
  • Osteria Antica Adelaide (Racheta, Calle Priuli, 3728) leggi sopra la recensione
  • Osteria al Portego (Calle de la Malvasia, 6014) leggi sopra la recensione
Weekend a Venezia cosa mangiare e cosa vedere (7)
© Serena Milici
  • Pasticceria Dal Conte (Calle Seconda de la Fava, 6403)
  • Bacarando Corte dell’Orso (Sestiere di S. Marco, 5495) leggi sopra la recensione
  • Sullaluna (Fondamenta Misericordia, 2535)
  • Vino Vero (Fondamenta Misericordia, 2497) consigliatissimo da tutti, purtroppo non sono riuscita a provarlo 
  • Paradiso Perduto (della Misericordia, 2540, Fondamenta Cannaregio) consigliatissimo da tutti, purtroppo non sono riuscita a provarlo
  • Osteria Enoteca Do Colonne (Rio Terà del Cristo, 1814/C) leggi sopra la recensione
  • Mezzopieno (Fondamenta dei Ormesini, 2831)
  • Ciccheteria venexiana da Luca e Freddfg (Cannaregio, 1518) specializzato in cicchetti fritti
  • Cantina Do Spade (San Polo, 859)
  • Taverna Da Baffo (Calle del Scaleter, Campiello Sant’Agostin, 2346) leggi sopra la recensione
  • Pasticceria Tonolo (Calle del Scaleter, Campiello Sant’Agostin, 2346) consigliatissima da tutti, purtroppo non sono riuscita a provarla
  • Bacareto Da Lele (Calle del Scaleter, Campiello Sant’Agostin, 2346)
  • Osteria Al Squero (Dorsoduro, 943) di fronte allo Squero di San Trovaso, cantiere navale
  • Gelateria Nico (Fondamenta Zattere al Ponte Longo, 922): da prendere il gelato gianduiotto
  • Caffè Florian 1720 (Piazza San Marco, 57): qui il menù con prezzi del Cafè più antico del mondo
Weekend a Venezia cosa mangiare e cosa vedere (5)
© Serena Milici

Cosa vedere a Venezia in un weekend

Una premessa: come tutte le città, Venezia può essere visitata in un giorno come può non bastare una vita intera per conoscerla. Una città può essere visitata con cartina alla mano e pass per ogni museo così come può essere visitata perdendosi tra viuzze e calli (noi ad esempio ci siamo goduti un bel tramonto su un molo nascosto intravisto per puro caso in fondo a una via minuscola). Quale che sia il vostro stile, qui mi limiterò ad elencarvi tutto quello che abbiamo visto noi in un weekend a Venezia e che ritengo sia abbastanza per ritenersi soddisfatti. In coda aggiungerò quel che non abbiamo visto per mancanza di tempo ed energie. Nota bene: ha piovuto abbondantemente per qualche ora durante il nostro primo giorno di visita in città. 

Ecco cosa vedere a Venezia in due giorni: 

    • Piazza San Marco con Basilica di San Marco e Palazzo Ducale: non servono presentazioni, giusto?
    • Negozio Olivetti, una chicca per gli amanti del design gratuita per i soci FAI (biglietto intero 8€, secondo me eccessivo)
  • Weekend a Venezia cosa mangiare e cosa vedere (8)
    © Serena Milici
    • Ponte di Rialto e Canal Grande
  • Weekend a Venezia cosa mangiare e cosa vedere (1)
    © Serena Milici
    • Ponte dei Sospiri
  • Weekend a Venezia cosa mangiare e cosa vedere (4)
    © Serena Milici
    • Squero di San Trovaso: cantiere navale dove potrete vedere le gondole a riparare (a proposito, un giro in gondola costa 80€ totale in città ed è contrattabile a seconda del gondoliere e della stagione…)
  • Weekend Venezia cosa visitare cosa mangiare (1)
    © Serena Milici
    • Ponte dell’Accademia: segnatevelo, da qui farete foto bellissime (anche più belle rispetto alla vista del Canal Grande da Ponte di Rialto, secondo me)
  • Weekend Venezia cosa visitare cosa mangiare (3)
    © Serena Milici
    • Università Ca’ Foscari
    • Scala Contarini del Bovolo: vera e propria chicca un po’ difficile da trovare! La visita va prenotata online (noi non siamo riusciti a salire)
  • Weekend Venezia cosa vedere cosa mangiare (2)
    © Serena Milici
    • Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo
    • Libreria dell’Acqua Alta: libreria con gatti dove i libri sono adagiati su gondole, barchette e vasche per resistere all’Acqua Alta
  • Weekend Venezia cosa vedere cosa mangiare (1)
    © Serena Milici
    • Ponte dei Conzafelzi: da qui riuscirete a vedere il palazzo che si affaccia su due canali
    • Basilica dei Frari
    • Scuola Grande di San Rocco
    • Ponte delle Tette: pare che un tempo le prostitute si aggirassero nude per strada per invogliare i clienti, ma che una legge lo vietò chiedendo alle donne di “mostrare la mercanzia” dalla finestra… punto d’osservazione perfetta? questo ponte, detto da allora Ponte delle Tette
    • Ghetto Ebraico e le sue sinagoghe (qui trovate info ulteriori)
  • Weekend a Venezia cosa mangiare e cosa vedere (2)
    © Serena Milici
    • Le Zattere: da qui c’è una bellissima vista su Giudecca
    • Collezione Peggy Guggenheim
    • Biennale di Venezia
    • Teatro La Fenice
    • Basilica di Santa Maria della Salute
    • Arsenale di Venezia
    • e poi ovviamente le varie isole come l’isola di Murano con l’artigianato del vetro e l’isola di Burano con le sue casette caratteristiche.

Sul mio Instagram @milanfoodieinsider, tra le stories in evidenza, trovate tutte le stories dei luoghi che ho visitato sotto la voce “Venice”. 

Dove dormire a Venezia

Abbiamo deciso all’improvviso di prenotare un treno Italo per Venezia e così all’improvviso abbiamo anche prenotato l’albergo su consiglio di Margherita che è stata nella Serenissima poco prima di me. Abbiamo deciso di dormire da Residenza Quaggio Ca’ Grimani, (qui il loro sito, qui Booking) che si trova in una posizione perfetta tra Piazza San Marco e la Libreria dell’Acqua Alta. L’albergo è a conduzione familiare e ha poche stanze al secondo e terzo piano senza ascensore. Le camere sono spartane, ma pulite – i proprietari sono super gentili. Abbiamo pagato una notte in doppia 88 € a luglio 2020 (quindi 44 € a testa, una sciocchezza per dormire in centro a Venezia direi). 

Weekend Venezia cosa vedere cosa mangiare (4)
© Serena Milici

Ovviamente, Venezia offre centinaia di soluzioni per dormire dai campeggi a Mestre agli hotel extra lusso. Se però volete passare un weekend in città il mio consiglio è di scegliere una soluzione magari un po’ spartana, ma dalla posizione top. 

Due parole finali su questo weekend a Venezia

Abbiamo prenotato un po’ all’ultimo minuto per sfruttare la città svuotata dei turisti e devo dire che è stata una delle decisioni migliori della mia vita. Venezia è meravigliosa sia per i luoghi “must” come Piazza San Marco ed il Ponte di Rialto, ma soprattutto per le viuzze nascoste, i piccoli moli sul Canal Grande, i baretti con lo spritz a 3 euro, le casette colorate… Partite. Partite e perdetevi tra calli e bacari.

Weekend Venezia cosa visitare cosa mangiare (2)
© Serena Milici

Vi è piaciuto questo articolo sul nostro weekend a Venezia? Fatemelo sapere su Facebook o su Instagram, mi trovate sempre come @milanfoodieinsider!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Serena Milici (@milanfoodieinsider) in data:

Se avete voglia di godervi un altro weekend fuori porta da Milano, date un’occhiata alla sezione viaggi del blog! Troverete articoli come quello sui due giorni a Collalbo a Bolzano, il weekend a Parma, la gita in giornata a Varese o la cena romantica sul Lago Maggiore ad Angera.

Per la foto di copertina: © Serena Milici